Granducato ormai dedito all'agriturismo, B&B e ammennicoli vari

Rinnego tutto ciò che ho scritto, anzi, ritengo proprio di non averlo scritto io o forse si. Non ricordo.
Soffrendo di varie malattie che mi portano ad una distorsione della personalità, non posso essere ritenuto responsabile di quanto pubblicato.
E comunque, siete venuti sin quà per leggere qualcosina o per farmi causa?
"Azzo, come siete permalosi.


martedì 17 gennaio 2012

SALUTI AD ALICE

ANTEFATTO: verso le 11 di sera del 12 Marzo, in radio ci sono una ventina di compagni, tra cui Flebo, Turbominchia e Bananastorta; si discute della bravata di Turbo che ieri mattina ha fischiato dietro al passaggio della Granduchessa Diosiacontè, in Piazza Purgatorio, proprio davanti al Palazzaccio. Tutti sanno che il Granduca si incazza come una bestia se qualcuno gli tocca la sua compagna: solo Turbo poteva fare una minchiata del genere. Adesso tutti i compagni temono una rappresaglia delle armate del Granduca contro la radio.
Naturalmente tutti i compagni danno dello stronzo a Turbo, che però si difende dicendo di non aver riconosciuto la Granduchessa, ma tutti sanno perfettamente che Turbo sta mentendo e che se dipendesse da lui, visto che una gonna è una gonna e se anche dentro ci fosse sua zia, meriterebbe comunque una mano sul culo o almeno un apprezzamento che inizia con “Bella fi” e finisce con “ga” .
Flebo: “Cos’è Turbo, ieri prima di uscire dal letto non ti sei sparato la tua solita pugnetta mattutina, che sei andato in giro a fare danni con l’attrezzo ancora carico?”
Turbo”Ti giuro Flebo che non l’avevo riconosciuta; da dietro mi sembrano tutte uguali e non è mica colpa mia se quella cambia pettinatura ogni tre giorni. Cos’è adesso prima di fischiare dietro a ogni bionda di Moletania, gli chiedo il passaporto e la identifico ?”
Flebo: “Fatti più pugnette, te l’ho sempre detto. Devi farti più pugnette e il mondo te ne sarà per sempre grato”.
Bananastorta : “Ma guarda se uno come me si doveva mettere con un bischero così. Turbo, questa non è rivoluzione proletaria è solo arrapamento giovanile. Ti auguro che non succeda niente di grave, se no avrai sulla coscienza tutte le conseguenze e sulla schiena tutte le mie sprangate”.
Il Granduca è permaloso come una merda e ci si aspetta il peggio anche se al momento la Moletania è calma, le forze del Granduca si sono ritirate dalla zona e sembra che si stia andando verso una riduzione del livello dello scontro.
All'improvviso dei violenti colpi alla porta annunciano l'arrivo dei due Alabardieri Tre e Monti, i compagni decidono di fuggire dai tetti, in redazione rimangono quella testa di ciuffolo di Turbominchia, Flebo per proteggere le apparecchiature e Bananastorta, che non se la sentono di affrontare nel buio i tetti di Moletania .


Rumori di sottofondo, con grande casino, sedie spostate, gente che si muove nella stanza.
Flebo: Avete il mandato?
Voce dell'alabardiere : Si
Flebo dall'altra stanza: Fai vedere?
Voce dell'Alabardiere : Si, apri la porta
Flebo: Prima voglio vedere il mandato.
Turbo: Scappiamo di sopra, scappiamo lì.
Bananastorta: Su, su aspettate. Non aprite, non aprite fin quando non arriva qualcuno ...
Turbo: C'hanno le alabarde puntate, non apriamo un cazzo...
Flebo : No, ma non scappate dalla finestre
(casino)
Voce di sottofondo: Ci alabardano, ci alabardano !
Bananastorta: No, dove andate?
Flebo : voi siete puliti?
Voce dal fondo: Si, si
Flebo : ancora un appello di radio Moletania libera, radio Moletania ha gli alabardieri alle porte e tutti i compagni del Collettivo giuridico di difesa, per favore, si precipitino qui .
Bananastorta: Attenzione, tutti i compagni del Collettivo Giuridico di difesa, si precipitino immediatamente qui.
Alabardiere: Aprite! (rumore di colpi).
Flebo : Attenzione, qui ancora Radio Moletania stiamo aspettando che arrivino gli azzeccagarbugli per poter fare entrare gli alabardieri .
Stanno tentando di sfondare la porta in questo momento (rumore di colpi)... Non so se sentite i colpi per radio (rumori di fondo confusi)... abbassa il coso...
Bananastorta: Si ci sono gli alabardieri alla porta che tentano di sfondare, hanno le alabarde puntate e io mi rifiuto di aprire, gli ho detto finché non calano le armi e non mi fanno vedere il mandato.
E poi siccome non le calano gli ho detto che non apriamo finché non arriva il nostro azzeccagarbugli . Puoi venire d'urgenza, per favore, ti prego d'urgenza, ti prego...
C'hanno le alabarde e le armature e tutte ste' palle qua...
Flebo urla agli alabardieri: Gli azzeccagarbugli! Un momento che stanno arrivando gli azzeccagarbugli!
Un compagno al telefono: che sfiga
Bananastorta: Si ascolta, abbiamo gli alabardieri qui alla porta, lascia giu' per favore il telefono.
Turbo: Attenzione, qui e' sempre radio Moletania, abbiamo gli Alabardieri fuori dalla porta
(campanello) con le armature, con le alabarde in mano e tutte ste' cose qua e stiamo aspettando i nostri azzeccagarbugli .
Ci rifiutiamo assolutamente di farli entrare finché i nostri azzeccagarbugli non sono qua.
Perche' loro puntano le alabarde e cose del genere e non sono assolutamente cose che noi possiamo accettare...
Flebo: Tutti i compagni, tutti i compagni in Piazza Purgatorio prima di mezzanotte, assolutamente.
Bananastorta: Comunque compagni la situazione e' stabile.
Flebo al telefono: No, Signora, stiamo solo aspettando gli azzeccagarbugli .
Bananstorta: La situazione e' stabile, gli alabardieri sono sempre fuori che aspetta di entrare sempre con le armature .
Flebo al telefono: Ne sta arrivando uno ...
Bananastorta: Hanno detto che sfonderanno la porta e cose di questo genere
(voci) Preghiamo tutti i compagni che conoscono azzeccagarbugli di telefonargli e dirgli che siamo assediati dagli alabardieri in questa maniera,
non so se avete visto il film eh... porca vacca come cazzo si chiamava... quello di Bohl... quello sulla Germania... ...il caso Katharina Blum!
(ancora voci di fondo), giuro che se non battessero alla porta qui fuori penserei di essere al cinema...
Turbo: Stiamo aspettando ancora l'arrivo del compagno.
Siamo in tre qui su alla radio che, niente... che facciamo lavoro di controinformazione e siamo qui che aspettiamo gli alabardieri per vedere che cazzo fanno.
(voci concitate e rumori) Per il momento sembrano tranquilli, non fanno tanto casino, si sono calmati, hanno smesso di picchiare contro la porta, si vede che la ritengono molto robusta...
eh, mi dai un disco che mettiamo su un po' di musica, porco dio.
(Squilla il telefono)
Flebo:ecco qui Mozart se vi va bene, bene, se no seghe...
 
Turbo: Dio boia, lo sapevo, lo sapevo
Flebo : Un po' di musica di sottofondo
(continua la musica)


Turbo al telefono: Non lo so, ascolta, non so nemmeno se vado a dormire, stanotte... Che rottura di palle, anche lei lì...
Bananastorta: Dunque gli alabardieri hanno ricominciato a battere alla porta, continuano a urlare di aprire.
Turbo agli alabardieri: Stanno arrivando!!! Stanno arrivando!!!
Flebo a Turbo: Stai attento! Stai giu'!!!
Alabardieri: Porco dio, aprite, aprite!!!
(Si sente un gran casino)
Flebo agli alabardieri: Stanno arrivando gli azzeccagarbugli, aspettate cinque minuti, sono qua per strada.
Alabardieri: Entriamo dentro, state pronti!!! State con le mani in alto, mani in alto.
Bananastorta al telefono mentre gli alabardieri entrano: Non so chi sia Alberto, no, non sono Matteo, senti ci sono gli alabardieri alla porta...
(Casino)
Turbo: Sono entrati, sono qui!!!
Flebo: Sono entrati!!! sono entrati! Siamo con le mani alzate, sono entrati, siamo con le mani alzate...
(Casino, rumori di attrezzature smosse)
Turbo: Ecco, stanno strappando il microfono...
Alabardieri: Mani in alto eh!
Flebo: Ci abbiamo le mani in alto. Stanno strappando il microfono
(Casino)... hanno detto ...(Casino) questo è un posto del mandato... 
Saluti ad Alice. Mi mancherà. 
                                      ... SILENZIO ...
Nel ricordo (perdonatemi se ha un inizio scherzoso, ma mi serviva un pretesto) di quella che è stata la radio libera rivoluzionaria per eccellenza. Questa volta non farò l’ermetico e dichiaro che tutto il post prende spunto da quello che purtroppo è realmente accaduto a Radio Alice nel marzo del 1977 a Bologna.
Questa non vuole certamente essere una presa in giro dell'accaduto, anzi vuole essere una iniziativa per riportare alla memoria quanto di nuovo e straordinario è stato fatto da quei  ragazzi di 35 anni fa.
 
Ma per chi non ha vissuto quegli anni è difficile capirli oggi.
Il giorno prima l'uccisione di Francesco Lorusso; Kossiga che praticamente ne vieta il pubblico funerale e dichiara guerra a Radio Alice. Radio Alice che viene temporaneamente chiusa a seguito dell’incursione della polizia (che sopra ho parzialmente riadattato – ancora perdono e massimo rispetto) e alcuni dei presenti di quella notte hanno passato più di un brutto quarto d’ora con la giustizia.  Furono giorni veramente terribili ; a risentire oggi la registrazione dell'accaduto, mi viene ancora la pelle d'oca (se avete tempo e voglia andate ad ascoltarla, ve ne prego).

Per chi non conoscesse i nomi di quei ragazzi, avesse voglia di approfondirne la storia o soltanto per ricordarla clicchi qui
  

Grazie a tutti loro, al loro impegno e alla loro voglia di cambiare. E mi raccomando......sempre lavorare con lentezza.

                                 p.s.: un forte e sentito abbraccio a Valerio.

34 commenti:

  1. Ho scoperto due cose leggendo questo pezzo:
    1 - Bananastorta ha origini toscane
    2 - La merda è permalosa

    Leggendo di Radio Alice, non so perchè, ho pensato ad uno dei miei pochissimi idoli: Andrea Pazienza.
    Forse perchè appartengono alla stessa città e alla stessa epoca.

    RispondiElimina
  2. Ce l'hai fatto desiderare per due giorni questo post, ma alla fine ne è valsa la pena ;)
    Non conoscevo la storia di Radio Alice! Hai scritto un bel post ricordo.

    RispondiElimina
  3. O.T.
    caro Granduca, direi che il Benni e il Bergonzoni che ho visto nel tuo profilo sono già più che sufficienti a farti guadagnare la mia simpatia e il mio sostegno... :D
    (un po' meno la dannata "verifica parole", ma lì si può sempre rimediare...)
    A presto!

    RispondiElimina
  4. Per il Conte
    Gli alabardieri sono alabardieri. E ho detto tutto.

    Per Grace
    Sinceramente non conosco le origini di Bananastorta, ma potrebbe essere. Confermo invece che la merda è molto permalosa.
    Quello che penso del Paz (o meglio, quello che il Paz penserebbe di noi) l'ho già scritto in un post (Ci vorrebbe pazienza). Anche io sono affezionato a lui come lo sono di tanti altri che mi hanno aiutato a crescere. Perchè anch'io appartengo a quell'epoca.

    Per Elle
    Si in effetti questo post l'ho scritto sette giorni fa, ma l'ho tenuto nel cassetto perchè sono stato assalito dal dubbio che fosse interpretato come "blasfemo" . Ho sentito il bisogno di confrontarmi con chi ha vissuto quei giorni in prima persona che testualmente mi ha scritto:
    "La memoria di Alice è una memoria condivisa. Il territorio privilegiato in cui ha cavalcato Alice è sempre stato il territorio dell'ironia e della blasfemia. Non c'è nulla di sacro in Alice. Noi abbiamo partecipato, ci abbiamo messo tanto di nostro, ma non ne siamo assolutamente proprietari. Non ne siamo padri. Al massimo amanti incestuosi e orgiastici.
    Quindi pubblica quello che vuoi, come vuoi, dove vuoi."
    Ero comunque dubbioso. Se avessi dato retta alla mia coscienza magari non lo avrei pubblicato, ma avrei perso un'occasione di parlare di Radio Alice e di loro. Se lo pubblicavo, magari avrei fatto la figura di quello che ride sulle disgrazie altrui.
    Poi mi sono chiesto : ma loro cosa avrebbero fatto al mio posto ?
    E l'ho pubblicato. Spero che si capisca l'ammirazione che provo nei loro confronti e che la prima parte, quella scherzosa, mi è servita solo come pretesto per introdurre l'argomento.

    RispondiElimina
  5. Per Zio Scriba
    Troppo buono, troppo buono.
    Per quello che riguarda la "verifica parola" cosa ti posso dire, se non che hai ragione ?
    L'età avanza, la vista cala e il parkinson galoppa. L'ignoranza invece non è mai mancata.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Se avessi usato altri personaggi, meno discutibili di Bananastorta e Turbominchia, non avremmo colto il collegamento con la Moletania, e saresti uscito fuori tema ;)
    Penso che qualsiasi tuo Lettore non avrebbe messo in dubbio la tua serietà nel ricordare quell'evento, nonostante la prima parte goliardica; ognuno rielabora lutti e disgrazie a modo suo, io di certo non ti dirò che sbagli ad usare l'ironia - ci mancherebbe!!
    Però hai fatto bene a precisare a cosa ti riferivi, perché io, come ho detto, quella storia non la conoscevo e da sola non ci sarei arrivata :)

    RispondiElimina
  7. Ps. ma non è che io a frequentarti mi comprometto la reputazione di brava ragazza???
    :)

    RispondiElimina
  8. Cara Elle,

    grazie della comprensione: mi hai rinfrancato e l'averti fatto conoscere la storia di Alice, mi convince che ho fatto bene a non comportarmi secondo coscienza.
    Per quanto riguarda la tua reputazione.... beh.... da quanto tempo hai detto che frequenti Black ? :)

    RispondiElimina
  9. Dici che ormai sono perduta?!

    RispondiElimina
  10. Ma va la, ma che perduta!!!! Qua ci sono solo bravi ragazzi. Il peggiore del mazzo è Turbo, ma sai come dice il proverbio : can che abbaia non morde. Al massimo ti fischia dietro ; o forse gli è passata la voglia di farlo.
    Ma un altro proverbio dice: il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    E avanti così con i proverbi, ad lititum .....

    RispondiElimina
  11. Ah bene, perché ultimamente ho problemi col Tom Tom.
    Comunque se Turbo non mi fischia dietro gli spacco il culo, cosa vuol dire che gli è passata la voglia proprio quando arrivo io??? E basta, il derby c'è già stato, riprendetevi tutti!
    ;)
    Ora vado va'

    RispondiElimina
  12. Bussavo alla porta, ma non apriva nessuno.Non ero un alabardiere, volevo solo leggere.Ho insistito e atteso e ne è valsa la pena.Questa storia l'ho appresa dopo ( nel 1977 ero piccolino ), ma i contorni sono stati sempre troppo sfumati.Ora il ricordo si è fatto d'improvviso più vivido grazie alle tue parole.
    Nick

    RispondiElimina
  13. Eri tu che bussavi ? Meno male, mi ero preso paura, chissà cosa mi credevo.
    Nel marzo del 1977 io avevo circa 16 anni, ma siccome mi interessavo molto a questi argomenti, ho seguito la storia di Radio Alice che mi è rimasta impressa.
    Sono passati molti anni, ma trovare nel loro sito la loro storia e ascoltare la registrazione di quella sera maledetta, ti devo dire che mi ha fatto molto effetto. Non nego che mi ha anche fatto tornare indietro nel tempo.
    Per me è stato un arricchimento personale, spero lo sia stato anche per voi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. Lady grazie. Dato che ci siamo e so di parlare con una esperta in materia, come si può fare a scacciare un ectoplasma che piscia in testa ai passanti ? Lo fa solo una volta all'anno, ma non ti nascondo che è un po spiacevole.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Granduca, bisognerebbe vedere il motivo per cui lo fa...io ti consiglierei di fargli trovare una confezione gigante di TenaLady al profumo di vaniglia,potrebbe gradirli ;)
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Accipicchia, non ci avevo pensato. Potrebbe essere un'idea.

      Un abbraccio.

      Elimina
  15. Bel post davvero, di una delle esperienze più belle del secolo scorso come le radio libere, il maggico '77 ... e poi il 12 marzo è il mio compleanno ;)

    RispondiElimina
  16. Si caro Alligatore, sono in pieno accordo con te: il 77 è stato proprio un grande anno e un grande movimento. Di quel periodo mi mancano molte cose , altre invece non mi mancano affatto, tipo i ragazzi morti quotidianamente (sia rossi che neri).
    E le radio libere ne sono state forse la massima espressione (chiaramente non tutte).
    Marzo è un bel mese, anche per compiere gli anni.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. Invece hai trovato un bellissimo modo per commemorare e il 12 marzo è pure il compleanno di mio padre :)

    comunque, tanto per rimanere nel tono scherzoso dell'inizio, non potevate far aprire a Turbo, in fondo il casino lo ha fatto lui no? :)

    RispondiElimina
  18. Non la conoscevo questa radio!!
    Finalmente posso commentare,blogspot sembrava impazzito..;))

    RispondiElimina
  19. Ehi, Baol, sarai mica figlia dell'Alligatore ?

    Per quanto riguarda Turbo, stai pure tranquilla che in tutta questa storia non ne uscirà proprio pulito; ma pretendere che Turbo si presenti davanti agli alabardieri è un po da presuntuosi: non ci avrebbe creduto nessuno. Figurati che quando c'è da discutere con sua madre, manda sempre avanti il sottoscritto.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  20. Cara Ledy,
    mi fa piacere di averti presentato Alice. E' un po anzianotta, ma in fondo è una buona compagna di vita .
    Hai ragione, effettivamente blogspot ultimamente mi sa che crea qualche problema un po a tutti. Mi sono accorto che alcuni miei commenti non sono stati pubblicati.
    Speriamo che tutto torni presto alla normalità.

    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  21. In realtà Baol è un maschio ed è molto più vecchio di me ;)

    RispondiElimina
  22. Caro Alligatore,
    mi sono fatto prendere dalla foga per la battuta e ho preso la cantonata in pieno volto.
    Mannaggia che figuraccia.
    Chiedo scusa a entrambi. Però, dimmi la verità, l'occasione era ghiotta, vero ? :D

    Un abbraccione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Servita su di un piatto d'argento ;)

      Elimina
  23. ... e scusa una cosa, visto che son in confidenza: puoi togliere il captcha, cioè il verifica parole? Ormai è obsoleto, il sistema di filtraggio di blogger è ottimo, in più i ciechi non riescono a commentare se c'è. Con altri (vedi Zio Scirba, per eempio) sto conducendo una battaglia, unisciti a noi se vuoi...

    RispondiElimina
  24. Quanto al fatto che sono maschio Alligatore ci ha preso, quanto all'età, non credo proprio :)

    RispondiElimina
  25. Io confermo e sottoscrivo la masculinità di Baol Hahahahahahahaha :) Ma se è gIOVINEassai lui!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè io faccio fatti, non pugnette! Tzè!

      :D

      Elimina
  26. Caro Alligatore, compagno vincente di mille quizzini, io se vuoi tolgo volentieri il captcha, le mutande dell'ausiliaria del traffico e tutto quello che vuoi, ma sinceramente non so di cosa stiamo parlando. Se mi spieghi come si fa (per il captcha intendo) lo faccio subito.

    Cara Maraptica
    se me lo confermi tu allora ci credo
    Tra l'altro ho scoperto che io e Baol abbiamo cose in comune, ma non è il caso di approfondire.

    Caro (confermo caro) Baol
    ti chiedo ancora umilmente perdono e sono contento che tu abbia smesso con l'autoerotismo, però adesso smetti di farti anche i fatti (di sesso femminile, ovvio) perchè in giro ci sono malattie strane. Prendi almeno qualche precauzione. :D

    Fraternamente, vi abbraccio tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono molti post dove insegnano a levarsi di dosso il captcha, uno molto completo e semplice è
      qui

      p.s. io sono supergiovane e supermaschio, le tue lettrici sono avvisate ... e sai pure che sono di bocca buona, in quanto mi sono preso la seconda moglie di Eddie ;)

      Elimina
  27. Caro Alligatore,

    grazie per esserti preso la seconda moglie di Eddie e per aver lasciato a me la prima. Sarò semore in debito con te; e adesso vado a schiacchiare il qui. Chissa che non ci capisca qualcosa .
    Che la forza di Linus Benedict Torvalds sia con me.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina