Granducato ormai dedito all'agriturismo, B&B e ammennicoli vari

Rinnego tutto ciò che ho scritto, anzi, ritengo proprio di non averlo scritto io o forse si. Non ricordo.
Soffrendo di varie malattie che mi portano ad una distorsione della personalità, non posso essere ritenuto responsabile di quanto pubblicato.
E comunque, siete venuti sin quà per leggere qualcosina o per farmi causa?
"Azzo, come siete permalosi.


mercoledì 1 febbraio 2012

DONNE, E' TORNATO FAUSTINO.


Ogni famiglia ha il suo piccolo o grande segreto, che cerca di non rivelare mai al mondo.
La mia non fa differenza e prima che ne veniate a conoscenza da una delle riviste di Signorini, preferisco essere io in prima persona a parlarvene.
 
Mio padre, Franz II dei Falconieri Baffuti e già Granduca di Moletania, ebbe una fugace relazione con una cavallerizza equestre circense e domatrice di anguille; da questa relazione nacque Faustino, mio fratellastro minore.
Essendo figlio illegittimo, ha assunto il cognome della madre Donnadrumma e con lei è cresciuto in giro per il mondo;  parla un linguaggio ibrido, una commistione di lingue e dialetti,  influenzato da decine di culture di paesi diversi. Forse per questo motivo, parla poco e male.
E’ alto un metro e trenta, è piuttosto rotondetto,  ha una calvizie precoce in atto e porta un paio di grossi baffi neri (forse per ricordarsi le sue origini).
Faustino continua a esercitare l’attività circense di funambolo equilibrista su corda tesa in liquerizia e giocoliere con bolas infuocate, appuntite e deflagranti.
 
Non ha mai avanzato pretese sul trono di Moletania (e vorrei anche vedere, visto che è bastardo) e anzi si è sempre disinteressato del Granducato; ma spesso vuole intervenire, sempre a sproposito, circa avvenimenti che neanche lo riguardano o che addirittura accadono in parti del mondo che neanche conosce.
E’ inutile nascondere che tra me e lui non è mai corso buon sangue; ci odiamo gentilmente e reciprocamente sin dal giorno in cui sono venuto a conoscenza della sua esistenza. 
Un buon psicologo, fedele al pensiero junghiano, magari sosterrebbe che ho nei suoi confronti una qualche invidia, dovuta magari al fatto che Faustino se ne va in giro per il mondo, che un giorno possa mangiare una sacher torte a Salisburgo e il giorno dopo possa stare ad ammirare il museo egizio a Torino.  Ma questo non è così, perché Faustino non sa distinguere una sacher da un kinder bueno e non gli passa nemmeno per l’anticamera del cervello che a Torino ci possa essere un museo, oltre a quello della Juventus.
 
E’ venuto a farmi visita in Moletania una sola volta e trovarmi faccia a faccia con lui, mi ha messo a disagio; sarà dipeso da fatto che ho capito si e no la metà delle cose che ha detto, sarà dipeso dal fatto che quella metà che ho capito non mi è piaciuta per niente oppure dal fatto che ha sempre una parola cattiva per tutti.
Anche lui però ha capito il mio disagio e la mattina dopo, senza dire nulla a nessuno, ha lasciato la sua stanza e se ne è andato, lasciandomi sul letto un messaggio, che sono stato costretto a fare tradurre. Il biglietto diceva:
 
“Un sogno mi aveva riposto in un cassetto
e per questo non riuscivo a realizzarmi.
Il lavoro mi cercava per stanarmi e fuggire, 
ogni tetto rifiutava di  vivermi sopra
e l’unica famiglia che ero in grado di comporre era quella Cristiana .
Oggi non è più così e sono contento,  gasato.
Un energy drink mi ha messo Leali e Fausto è diventato il mio presente.”  *

L’ho voluto intendere come una presa di coscienza del suo essere, come se avesse finalmente trovato il suo “io” interiore e avesse fatto pace con il mondo intero, me compreso.
Ma purtroppo non è andata così; la sua essenza non è cambiata. Continua ad odiare tutto e tutti, è acido in ogni occasione, e ancora continua a non perdere occasione per farsi sentire, per inviarmi i suoi pensieri sconfusionati, sbilenchi  e sgrammaticati.
Di solito utilizza missive scritte inviate con ogni mezzo: arrivano lettere, arrivano mail, arrivano corrieri a cavallo, piccioni viaggiatori. Di tutto.
 
Proprio ieri il postino Marcellino mi ha consegnato un’assicurata che recitava “ Mondonico il gha sconfitto the cancer, ma con i colp che Tesser il y a envoye, l’ha pass all the night sur la turka. Let’s go, Novara”.

* = this in an Regina della Valgina  Production. 
Il Granduca di Moletania ringrazia Grace (ma gnappetta della Val Gina) per la donazione cultural-poetica fatta a proprio vantaggio.
Vi ricordo che Grace è un marchio registrato;  ne è espressamente e tassativamente vietata la riproduzione e/o l'utilizzo in qualsiasi forma e modalità e per qualsivoglia finalità. I trasgressori saranno perseguiti nei modi e nei termini previsti dalla legge in vigore in Moletania a tutela dei diritti di proprietà intellettuale della Regina della Valgina (tradotto: se non fate i bravi, vi mando a casa gli Alabardieri).

45 commenti:

  1. "E’ alto un metro e trenta, è piuttosto rotondetto, ha una calvizie precoce in atto e porta un paio di grossi baffi neri."... per caso Faustino è una donna siciliana?

    RispondiElimina
  2. Pensavo fosse l'ex presidente del consiglio, che si è fatto crescere i baffi e beve per dimenticare. Grandi le liriche parole di Grace della Valgina.

    RispondiElimina
  3. Mio nobile amico,ogni volta che ti leggo è un sullucchero !Se avessi un fratello così,però,cercherei di farci amicizia.Il cocktail fra voi due potrebbe essere una molotov.Complimenti anche a Grace.
    Saluto con la consueta devozione di suddito fedele :)

    RispondiElimina
  4. Ma che acido bastardo 'sto Faustino!
    Va bèh..comprensibile, figlio abbandonato dal padre e costretto a portare un cognome che non si può proprio sentire.
    Non sapevo esistessero i domatori di anguille, eppure al circo, da bambina, sono andata molte volte.
    Grazie per la citazione Granduca, non eri tenuto a farla, anzi..
    Con te mi sento al sicuro,la minaccia alabaridieristica mi fa stare in una botte di ferro.
    Ringrazio anche il buon Ally e il buon Blackswan per i complimenti che ritengo del tutto immeritati :)

    Un abbraccio enorme

    P.S.
    Avresti anche potuto farmi una telefonata per dirmi che avevi postato :P

    RispondiElimina
  5. Uhm...personalità interessante questo Faustino...quasi quasi lo corteggerei, ma temo che Alfione potrebbe aversene a male, e strapparmi le ali. O lasciarmi al freddo :( complimenti a Grace!

    RispondiElimina
  6. Caro Conte di Montenegro,
    magari fosse una donna siciliana così qualche cannolo ci scapperebbe.
    Purtroppo è masculo, non ho ancora capito di quale regione o nazionalità, ma è pur sempre masculo.

    Un aabbraccio

    RispondiElimina
  7. Per Alligatore
    Non mi risulta che il più grande statista di tutti i tempi ci abbia richiesto asilo politico.
    In passato ci ha chiesto di costituire in Moletania una società offshore, ma poi credo si sia rivolto altrove, perchè in contropartita mi sembra che avesse avanzato delle pretese femminili.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Caro amico Black,
    ritengo che più io ci stia alla larga e meglio sia per tutti; il fatto è che è lui si intrufola costantemente. Meglio non dargli spago e lasciarlo perdere, ma ho paura che non sarà così facile.

    Un fraterno abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Per Grace
    Hai perfettamente ragione sui tre punti:
    1) è un acido bastardo (vedo che hai una grande capacità di giudizio e me ne rallegro)
    2) non esistono domatori di anguille, ma solo domatrici.
    3) non è una tua citazione, ma è la pubblicazione du un'opera prima ed inedita. Ciumbia, non confondiamo il sacro con il profano.

    Grazie mille Grace, mi sei stata di grande aiuto; e tutti i complimenti sono meritati.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Per Lady
    Non fare arrabbiare il suddito Alfione e non ti andare a immischiare con certa gente. Tienti strette le tue ali, che di questi tempi potrebbero essere molto utili per ..... darsela a gambe (visto l'aria che tira).

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo a questo commento , tanto misterioso, quanto inesistente..ma nel suo profondo ha una verità.... La risoluzione del problema è imparare a domare le anguille, come era solita fare la signora in questione, pur sempre madre di tuo fratellastro Sua Soavità... Andiamo un po' di comprensione, sono sicura arriverai alla soluzione....Con profonda deferenza!!!!!

      Elimina
    2. Cosa ci vuoi fare? L'unica soluzione possibile è sopportarlo ed ignorarlo. Non c'è altro da fare.
      Quello che però mi da più fastidio è interpretare i suoi scritti; ogni volta devo tirar fuori tre o quattro vocabolari contemporaneamente. E quello veneto-italiano me lo devo far prestare perchè la reale biblioteca ne è sprovvista.
      Meno male che esiste babel fish.

      Un abbraccio.

      Elimina
    3. Svolazzo inserendomi in codesta discussione: Granduca, io son veneta, dunque se desideri una traduzione di vocabolo veneto, non hai che da chiedere! ;) 1abbraccio

      Elimina
    4. Cara Lady,
      allora ne approfitto. Il caro e sempreamato Faustino (trattasi di ironica introduzione) spesso mi ripete una frase che ritengo veneta e che mi è sempre rimasta oscura.
      "Granduca, te ghe una buràna de loàme in bòca."
      Si riferisce forse alla mia lungimiranza politica?

      Un grande abbraccio

      Elimina
    5. ehm, direi che il sempiterno Faustino ha fatto un'accozzaglia di dialetti nel suo cervello,praticamente ti ha detto che hai una tempesta di letame in bocca, ma "loàme" in veneto non esiste, è forse un neologismo di sua creazione fondato sul più conosciuto "leame", mentre buràna può voler dire sia "tempesta", come te l'ho tradotto, sia "botte"...ma il dolce Faustino dimentica che il dialetto veneto non necessita di accenti,se abbisogna di qualche ripetizione che mi chieda pure, sempreché non si terrorizzi dal fatto che vivo con piante carnivore e parlo con i fantasmi ;)

      Elimina
    6. Brava Lady, così mi piaci. Diglielo pur forte che è un'ignorantone e che non sa nemmeno dove piazzare gli accenti.
      Aspetta, ma il post l'ho pubblicato io? ehmmm, forse mi sono sbagliato a scrivere?
      Va beh, è lo stesso. L'ignorante rimane sempre lui.

      Un abbraccio.

      Elimina
  12. N'est pas vrai what you have write, i'm not basso 130 centimetri, je suis haut 138.
    You're un busedar e lazaroun.

    Faustino

    RispondiElimina
  13. Beh, d'altronde un rapporto conflittuale con il proprio fratello è, ahimé, piuttosto comune. Sarai mica invidioso della sua altezza e dei suoi baffi?

    RispondiElimina
  14. Praticamente Faustino parla come Salvatore, il monaco de "Il nome della rosa"

    Penitenziagite!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa volta rispondo direttamente qui, perchè c'hai proprio preso in pieno, e non sto scherzando. In effetti quando ho pensato a Faustino ho avuto proprio l'immagine di Perlman che interpreta il moncao Salvatore e del suo buffo modo di esprimersi (ma ti prego di non dirlo a nessuno, altrimenti è finito il divertimento).
      Baol, sei un grande. Dieci punti in più del solito.

      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Non preoccuparti, mantengo il segreto ;)

      Elimina
    3. Grazie Baol, sei un amico di taverniere.

      Elimina
  15. Cara Sara,
    a dire il vero anche io non sono una stanga, per questo spesso mi metto i miei bei stivaloni da parata col rinforzino. Però son sempre più alto di lui.
    E se non ho i baffi, lo devo solo al fatto che la granduchessa mi vuole sbrbato, altrimenti avrei dei baffi molto più belli e folti dei suoi.
    Io poi non sono calvo; mica come certa gente. E quando parlo si capisce quello che dico.
    Scusa, mi sono un po distratto: stavamo forse parlando di invidia ? Io non so cosa sia.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Do you know le nome de la tosa Moldava, che stava with the commander Schettino sur le bateau ?
    His name is CEMORTAN.
    Nomen omen.

    Faustino

    RispondiElimina
  17. giuro son troppo sfasata per capire tutto, ma c'è la zampata di Grace che mi funge da garanzia.
    magari che torno capisco ;-)

    RispondiElimina
  18. Faustino, facci un piacere: impiccati.

    RispondiElimina
  19. Risposte
    1. No, non è tipico frutto siciliano e nemmeno un tipo di carte da gioco. E' solo il mio fratellastro il cui ego di tanto in tanto va in crisi d'astinenza da affetto.
      E allora vuole farsi notare con qualche uscita delle sue; basta non assecondarlo. Tra poco inizia lo spettacolo pomeridiano al circo, avrà un pò di bolas da far girare e così ci lascerà in pace.

      Un abbraccio.

      Elimina
  20. Anche io ho un fratelo figlio solo di mio padre, ma è alto 1.80 (e io sono una tappa), ha i capelli neri lisci (e io sono castana con i capelli mossi), è uno a cui piace cazzeggiare/fumare/divertirsi (ed è risaputo che io sono una bravissima ragazza doverosa e ligia al dovere)... la differenza sta nel fatto che ci adoriamo e che mi sta sempre attaccato alle palle nonostante i suoi 19 anni ;)
    p.s. Grace sei una ticcerpoetessatu!

    RispondiElimina
  21. Per Chaillrun
    non sei tu che sei sfasata, è che qui ormai sta diventando come "Beautiful" e mi sa che per prendere il giro (trad.: carpirci) ci vuole un pochino. Ma poi magari ti piace. Immaginati però la Moletania come un mondo parallelo, dove vivono dei personaggi immaginari,in un tempo immaginario, in un luogo immaginario, dove non ci sono regole di tempo e di luogo.

    Un abbraccio.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. Per Maraptica
    Non sarete due gocce d'acqua, ma visto che gli opposti si attraggono, è chiaro che lui ti adori.
    E poi cosa si potrebbe volere di più, quandi si è solo 19enni, se non una sorella bravissima, doverosa e ligia al dovere ?
    Beato lui e beata anche te.
    Anche io avrei preferito avere una sorella.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Granduca, condivido in pieno la risposta che hai dato a Marè, come la chiama la regina della Valgina, che ora aspira al trono di Moletania diventando Valgina di Moletania :-) La nostra Sarah è super!
      PS. Ora so dove venire se voglio farmi 4 risate :)

      Elimina
    2. Ciao Nico, delle tue tre passioni, condivido quella della chitarra. Mi duole però dirti che attualmente il posto di Granduchessa di Moletania non è vacante, per cui la nostra Grace resterà "solo" Regina della Val Gina. Hai detto niente !!!!!!!!
      Siete tutti super.

      Un abbraccio.

      Elimina
  23. Mi sono sempre chiesto come mai le mummie del museo egizio non si sveglino visto le temperature "egiziane" delle stanze del museo ? Forse è a Voyager che devo chiedere e non qui...

    RispondiElimina
  24. Risposte
    1. Caro cane bastardo,
      non ho capito esattamente quanto da te espresso e quindi ti chiedo K CZ WOI?

      Elimina
  25. Cara D,
    come avrai certamente saputo dai telegiornali il povero Roberto Giacobbo è stato rapito da alcuni malviventi fetenti e incappucciati, per cui se vuoi porgli personalmente questa domanda, ti dico fin d'ora che lo abbiamo rinchiuso nella seconda stanza a sinistra, quella isonorizzata.
    Abbiamo ormai speso una fortuna in corde; abbiamo provato a legarlo ad una sedia, ma le ha sempre regolarmente rotte tutte da tanto che smanetta con le braccia e le mani.
    A sto punto lo lasciamo deambulare liberamente per la stanza, così può continuare a saparare tutte le cazzate che vuole facendo finta che qualcuno gli dia retta.
    Ho paura però che presto saremo costretti a sopprimerlo, perchè nessuno ha intenzione di pagarne il riscatto.
    Quindi se hai intenzione di toglierti il dubbio che ti attanaglia, è meglio che ti sbrighi. Ah, poi però dici anche a me qual'è stata la sua risposta, vero ?

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. granduca esimio,
    passavo solo per presentarmi considerato che ci seguiamo reciprocamente.
    l'occasione mi è gradita per porvi apprezzamento circa il post "granduca featuring la regina".
    rimango modestamente a disposizione,
    metiu casalingo disperato e marchesino delle schiscette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Metiu,
      non c'è bisogno di presentarsi: la tua fama ti precede.
      Avrei però da chiederti una cortesia: cosa o chi sono le schiscette ?

      Un abbraccio.

      Elimina
  27. AHHRG...AI SOU IDDU..SGRUNT! AMMICOMIU EST..
    TU VERI CATTIV' AVECC FAUST!!ARF!BSTRD..

    RispondiElimina
  28. Cane bastardo, mon friend. Sei vraiment tu ? N'est pas a hallucination ? Say to mon quasi frère che je ne suis pas un patacca . I'm très intelligent.

    Faustino.

    RispondiElimina
  29. in milanes la schiscetta è il contenitore dove ci piazzi gli avanzi della cena per portarteli al lavoro il giorno dopo. io, essendo un disadattato culinario, raccolgo schiscette ovunque da donne pietose: mammà, sisters, scappatedicasa, amiche di una notte (ma che sappiano cucinare, perdio), suore, cameriere mosse a pena o compiacenti.
    una tale varietà di schiscette è stata notata da un araldo che mi ha immeritatamente assegnato il titolo di marchesino.
    (puoi intravedere una schiscetta sotto la citrosodina nel mio avatar)
    i miei omaggi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Marchese,
      Voi milanesi non vi smentite. La neve vi fa un baffo, i bus arrivano in orario e fate pure la schiscetta. Ma non vi stufate mai di essere così efficienti ? Una settimana di cazzeggio, quando ve la prendete ? Venite in vacanza in Moletania che ci facciamo due risate; all'ottavo giorno però si torna a lavorare, OK ? :) :) :)

      Purtroppo io invece devo ammettere tutta la mia ignoranza. Per un attimo ho pensato che si trattasse di un impianto ultraveloce di risalita.

      Un abbraccio

      Elimina